Un protocollo d’intesa tra Comune e Fondazione per le mura di Pisa

2007-09-07

Questa mattina, presso la sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa, il Presidente Bracci Torsi e l’Assessore Viale hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per il recupero e la valorizzazione della cinta muraria della città di Pisa.

Il documento fissa il quadro di riferimento programmatico per la realizzazione di una serie di interventi finalizzati al recupero e alla valorizzazione delle mura pisane, sulle quali peraltro nel recente passato la Fondazione è già intervenuta, in accordo con l’Amministrazione comunale, finanziando il restauro del Sostegno e la riqualificazione del tratto di mura adiacente ed anche impegnandosi nel recupero del Bastione Stampace.Sulla base di un progetto generale di restauro e valorizzazione, che dovrà essere elaborato dalla stessa Amministrazione Comunale, e quindi approvato dalla competente Soprintendenza, la Fondazione potrà valutare specifiche occasioni di intervento, gestendo direttamente le singole iniziative concordate in coerenza con le agibilità consentite dalla sua natura privata. Con le stesse modalità la Fondazione ha, infatti, realizzato in città importanti restauri, come quelli della Chiesa dei Cavalieri, di San Nicola e Santa Caterina.Oltre a consolidare e sviluppare la collaborazione fra Comune e Fondazione, che si è dimostrata fino ad oggi utile per la città, il protocollo d’intesa favorisce la partecipazione alle iniziative di soggetti terzi che, condividendone la progettualità e le finalità, volessero concorrere a sostenere i relativi oneri.

Menu