La Bella Battaglia: un bozzetto per il Granduca

La Fondazione presenta il disegno di Jacopo Ligozzi
2010-11-08

Per celebrare la Presa di Prevesa, avvenuta per mano dei Cavalieri dell’Ordine di Santo Stefano nel maggio del 1605, fu dato incarico a Jacopo Ligozzi di dipingere una tavola: l’opera sarebbe stata collocata nel soffitto della Chiesa dei Cavalieri a Pisa, insieme agli altri dipinti con le imprese dei Cavalieri stefaniani. Prima di accingersi all’opera, Ligozzi verosimilmente preparò un bozzetto, che fu sottoposto all’approvazione del Granduca Ferdinando I. Fu probabilmente proprio grazie all’intervento diretto del Granduca che Ligozzi ricevette l’incarico dal Gran Consiglio dell’Ordine.

Nel gennaio scorso, la Fondazione ha acquistato il bozzetto, che nel frattempo era finito all’estero. Di esso sappiamo che era appartenuto a Joshua Reynolds, grande ritrattista inglese, il quale ne era venuto in possesso verosimilmente durante un suo viaggio di approfondimento artistico in Italia, tra il 1750 e il 1752. Con il disegno la Fondazione ha riportato in Italia un importante tassello della storia artistica pisana, che sarà esposto, insieme alle altre opere della collezione d’arte della Fondazione, a Palazzo Blu.

Dal 9 novembre al 12 dicembre 2010 una piccola mostra allestita nella sala della Biblioteca di Palazzo Blu racconterà la storia del disegno dell’artista veronese e le vicende legate alla presa di Prevesa.

L’ingresso è libero durante gli orari di apertura di Palazzo, dove fino al 23 gennaio 2011, è possibile visitare la mostra dedicata a Joan Mirò.

Menu