Grande successo del Pisa Book Festival

2007-11-08

Ha registrato un grande successo di pubblico la quinta edizione del Pisa Book Festival, sostenuto per il secondo anno consecutivo dalla Fondazione che, quest’anno, ha creduto in modo particolare nell’iniziativa promossa dalla Provincia di Pisa.

La manifestazione si conferma appuntamento di riferimento per l’editoria indipendente italiana: più di cento le sigle presenti in fiera, tra le quali spiccano i nomi delle più prestigiose e storiche case editrici che nel corso degli anni hanno mantenuto l’indipendenza del marchio.

Quest’anno erano presenti anche undici case editrici della Svizzera Italiana, paese ospite dell’edizione 2007, al quale la fiera ha dedicato una parte del programma culturale e che ha visto la partecipazione di numerose personalità elvetiche. L’editore Libero Casagrande, presidente della Società degli Editori della Svizzera Italiana, ha dichiarato il suo plauso nei confronti della calda accoglienza ricevuta dagli organizzatori e dal pubblico toscano.

E molto soddisfatti si sono detti tutti gli editori presenti sia per quel che riguarda le vendite sia per l’attenzione del pubblico, che già nel pomeriggio di domenica aveva superato quota 20.000 persone.

Nei tre giorni dal 26 al 28 di ottobre il pubblico ha affollato non solo gli stand delle due sale espositive, ma anche i numerosi incontri letterari, le presentazioni di libri e i convegni sull’editoria.

Grazie alla fiera, la Stazione Leopolda si è trasformata in un villaggio del libro che ha visto riuniti tutti i suoi protagonisti: editori, librai, autori, bibliotecari, distributori, grafici, traduttori, llustratori,fotografi e agenti letterari. Molto apprezzata dal pubblico anche la mostra Ex libris, il segno del bibliofilo, l’esposizione di 40 esemplari della collezione Cauti allestita nelle sale del primo piano della Stazione Leopolda a cura della Biblioteca Provinciale.

Grande attenzione quest’anno è stata dedicata ai giovanissimi lettori con incontri e laboratori pensati appositamente per loro. In particolare il laboratorio Fabbrica il Tuo Libro ha portato, domenica 28, una folla di piccoli novelli Gutenberg nella Ludoteca della Stazione Leopolda, grazie anche al treno speciale Pisa Book Festival che ha collegato il centro città con la manifestazione.

Nella generale atmosfera di festa a conclusione dei tre giorni, Marcello Baraghini, direttore di Stampa Alternativa, ha lanciato una provocazione che vuole essere di buon auspicio per la fiera di Pisa, fiera: Pisa è una splendida festa della GRANDE editoria, in quanto non appartenere ai grossi gruppi o non registrare ingenti fatturati non vuol dire non essere GRANDI editori, perché in editoria vince la qualità e non la quantità.

Menu