Chi Siamo
 

La riforma statutaria e la Fondazione

Nell’ottobre del 1999 il Consiglio dell’Ente dava inizio alla procedura per giungere alla redazione del nuovo statuto sulla base del dispositivo legislativo e regolamentare che si era nel frattempo completato.
Dopo un convegno d’informazione e riflessione sui nuovi temi proposti dalla nuova legge, tenutosi nel mese di giugno 1999, una commissione composta di membri del Consiglio medesimo, in un periodo di oltre due mesi, effettuava una amplissima consultazione con i soci e con le realtà socioe-conomiche e culturali del territorio.
I risultati delle consultazioni sono state presentati sotto forma di linee guida per il nuovo statuto, all’assemblea dei soci il 14 gennaio 2000 e sono poi servite come base per la redazione del nuovo statuto approvato dall’assemblea il 29 gennaio 2000.
Dopo aver recepito alcune osservazioni di natura quasi esclusivamente formale da parte del Ministero del Tesoro in qualità di autorità di vigilanza sulle fondazioni bancarie, il nuovo statuto è entrato definitivamente in vigore il 5 settembre 2000.
In data 10 marzo 2000 anche l’assemblea dei soci, nel rispetto delle indicazioni della legge e del nuovo statuto, si dava un proprio regolamento di contenuto fortemente innovativo.
La complessa procedura per la designazione e la nomina dei nuovi organi d’indirizzo, amministrazione e controllo prevista dal nuovo statuto aveva termine il 23 gennaio 2001 con la nomina dei nuovi organi.

La Storia
La Cassa di Risparmio di Pisa
L'Ente Cassa di Risparmio di Pisa
La Fondazione
Il territorio di Intervento
Gli Scopi e i Settori di Intervento